Cosap

di Giovedì, 06 Febbraio 2014 - Ultima modifica: Mercoledì, 23 Settembre 2015
Immagine decorativa

Canone per l'occupazione del suolo pubblico

Canone dovuto per le occupazioni permanenti e temporanee su suolo demaniale o patrimonio indisponibile del Comune.

Si tratta del canone dovuto per le occupazioni permanenti e temporanee realizzate nelle strade, nei corsi, nelle piazze, nei mercati, nelle aree a verde, e, comunque, su suolo demaniale o su patrimonio indisponibile del Comune. Sono comprese nelle aree comunali i tratti di strade statali, regionali o provinciali che si trovano all’interno del centro abitato. Sono soggette al canone anche le occupazioni permanenti e temporanee degli spazi soprastanti e sottostanti il suolo pubblico effettuate con manufatti di qualunque genere, compresi i cavi, le condutture e gli impianti. Qualsiasi occupazione di questi spazi ed aree deve essere preventivamente autorizzata dal Comune.

Sono permanenti le occupazioni di carattere stabile.

Sono temporanee le occupazioni inferiori all’anno, nonché le occupazioni delle aree destinate dal Comune all’esercizio del commercio e le occupazioni effettuate per attività edilizia, indipendentemente dalla durata.

Qualsiasi occupazione di aree o spazi (temporanea o permanente) è assoggettata ad apposita preventiva concessione comunale rilasciata dall’ufficio competente su domanda dell’interessato in carta resa legale.

 Le tariffe vengono determinate sulla base di questi elementi: a) classificazione delle zone; b) entità dell’occupazione espressa in metri quadrati o metri lineari; c) durata dell’occupazione.

Per informazioni ulteriori è possibile consultare il Regolamento Cosap pubblicato nella sezione "Regolamenti"; nella sezione "modulistica" è inoltre possibile scaricare il modello per richiedere l'autorizzazione.